Fitness.com
Annuncio pubblicitario


Ironman 2009: Craig Alexander!

L’australiano difende il suo titolo nel famoso Hawaii Ironman

27.10.09 - Darinho Castro



Stampa Print Page | Invia ad un amico  artikel versenden | SottoscriviRSS FeedXML Feed
Ironman 2009: Craig Alexander!

3.8 km a nuoto - 180 km bicicletta - 42,2 km corsa: Craig Alexander nell’Ironmann 2009 ha fatto questo percorso in 8 ore e 12 minuti e 21 secondi. Le temperature erano vicine ai 35 gradi all’ombra. Ma viali alberati alle Hawaii sono cosa rara per non dire inesistente. Al contrario, una gran parte del percorso porta attraverso campi di lava aridi, neri, che vengono trasformati dal sole in enormi forni. La corsa in bicicletta segue le montagne del Kohala.

Alexander Craig non ha una partenza da sogno nella gara di nuoto attraverso la baia di Kona. Però il suo ritardo è nella norma. In ogni caso le gare Ironman vengono decise solo nell’ultima maratona, dove però nei 180 km di corsa in bicicletta, il ritardo non deve diventare troppo grande. Tutti i favoriti come Mac Cormack, Chris Lieto e i tedeschi Al Sultan, Timo Brache erano davanti al detentore del titolo Alexander Craig. Però nella maratona l’australiano recuperava metro dopo metro. Davanti, al gruppo principale, si era posizionato Chris Lieto e a sorpresa il debuttante tedesco Andreas Raelert. A questi due seguiva l’ex vincitore Ironman Andy Mac Cormack.

Solo a quattro uomini è riuscito difendere titolo. Era il sogno di Alexander allinearsi nella galleria degli avi degli uomini iroman. L’australiano si è sentito spronato nell’essere messo sullo stesso livello di Dave Scott, Mark Allen e Tim De Boon. Al km 27 si è assistito ad uno straordinario duello nella corsa con il debuttante Raelert al secondo posto. Il giovane tedesco, che ha assolto il suo primo Ironman in Hawaii, sebbene il caldo, si è difeso a lungo contro l’intensificare dei tempi, che permettevano a Craig Alexander di tirar fuori dal suo corpo il massimo. Persino a Alii Drive il tedesco poteva competere alla stessa altezza con Craig Alexander. Però poi Raelert dovette cedere il passo al detentore del titolo. Pur mancando di esperienza il giovane tedesco potè assicurarsi il suo terzo posto contro Andy Mac Comack e nel duello con Alexander non pagare nessun tributo.

Craig Alexander si è messo all’inseguimento dell’americano Chriss Lieto, che stava in testa. Anche lui non potè ancora superarlo e lasciarlo dietro con un buon margine. Pertanto l’obiettivo di Craig Alexander era la difesa del titolo. Egli lottò con le ultime forze sul traguardo e riuscì con grande fatica a sollevare in alto il segno di vittoria. Egli era felicissimo e terribilmente stanco, pensava l’Ironmann 2009, che ora il suo sogno si era avverato: era entrato come quarto uomo nella galleria degli avi dei difensori del titolo.



Stampa Print Page | Invia ad un amico  artikel versenden | SottoscriviRSS FeedXML Feed

Quick Links


Survey

What is your preferred workout drink?

  • Water
  • Protein
  • Power drink (ie. PowerAid, Gatorade, etc)
  • Fruit Juice
  • Pop
  • Other

Vote