Fitness.com
Annuncio pubblicitario


Gli addominali più duri del mondo!

Sul suo ventre sono passate 15 automobili: Il re del sixpack (muscoli addominali a sei tasselli) nell’intervista

20.04.09 - Silja Behre



Stampa Print Page | Invia ad un amico  artikel versenden | SottoscriviRSS FeedXML Feed
Seite [   1   2   ]
Gli addominali più duri del mondo!

Il pubblico non crede ai propri occhi, guarda incantato ssul palco e si copre gli occhi con le mani atterrito: 15 automobili passano sull’addome del ventiseienne Amburghese Danijel Peric e quest’ultimo canta mentre le macchine gli passano sopra l’addome persino „= sole mio“. Come è possibile allenarsi un addome a corazza di tartaruga così duro? E quanto deve essere pazzo questo tipo, per farsi passare addosso delle automobili? Tutto questo ce lo svela Danijel Peric nell’intervista con Fitness.com. Il video potete vederlo a pagina due!

fitness.com: Prima domanda, ha ancora dolori muscolari?

Danijel Peric: No, per nulla. Io sto benissimo. Subito dopo lo show mi faceva un pochino male, perché un paio di macchine avevano sbagliato il percorso. Tranne un paio di lividi sul lato sinistro e leggeri dolori di schiacciamento, tutto il resto era in ordine.

fitness.com: La stagione estiva si avvicina, ci dia un paio di consigli. Come si ottiene un addome così muscoloso, un sixpack?

Danijel Peric: Allenamento costante, buona alimentazione e tenere i valori del corpo nella giusta misura. Semplice allenamento addominale, però non basta. Gli esercizi devono coinvolgere tutti i gruppi di muscoli, anche i muscoli addominali laterali. E la sera vale: niente carboidrati, che non vengono più metabolizzati dal corpo.

fitness.com: Come si presenta un tale allenamento?

Danijel Peric: Per riscaldarmi faccio 35-40 minuti esercizi di resistenza o 40-45 minuti di decomposizione dei grassi in palestra. Con la mia altezza si tratta di tenere il corpo su un battito del polso di 127 o 128. Io mi alleno maggiormente al crosstrainer, sul tapis roulant, allo stepper e sulla bicicletta e sempre almeno per 30 minuti. Però: più dura l’allenamento tanto meglio. Dopo la fase di riscaldamento faccio poi delle normali flessioni in avanti. Complessivamente fra le 500 e le 700. Le normali, come si conoscono e tali, per cui si porta il gomito diagonalmente alle gambe. Ci sono numerosissimi altri esercizi per la muscolatura addominale inferiore. Quest’ultima viene spesso trascurata, e pertanto l’addome dà l’impressione più di un addome a quattro tasselli (four-pack) che a sei tasselli (six-pack). In un esercizio ci si mette supini e stende le gambe tese in aria, sempre un pezzetto più in alto, così che il bacino si sollevi dal pavimento. Inoltre c’è l’esercizio „Eagle Abdominal“ : Cis i siede nel vero senso della parola „in un attrezzo, le gambe sono messe piegate su un rullo e si fa pressione su una barra con le braccia tese in avanti. Il tronco viene movimentato sempre di nuovo in avanti. Questo allena gli addominali e fa risaltare le singole parti die muscoli ancora di più. Obiettivo dell’allenamento è di ridurre lo strato di grasso, in modo che la pelle venga a trovarsi su una superficie dura.

fitness.com: Come si mantiene ancora in forma?

Danijel Peric: Io gioco a calcio dall’età di nove anni basato sul rendimento nella serie B Amburgo. Come ala sinistra qui in Amburgo nel Barmbek-Uhlenhorst. Mi alleno tre volte alla settimana più il gioco a punti ogni fine settimana.

fitness.com: Ma come si fa a farsi passare automobili sul proprio addome? E come ci si allena?

Danijel Peric: L’idea è venuta dalla cerchia di amici. Tra loro è nota la mia eccezionale muscolatura addominale e due amici hanno avuto l’idea, di fare qualcosa di speciale con il mio addome. Mi è venuta spontaneamente l’idea di far passare sul mio addome oggetti pesanti. E così si è messa in moto una autodinamica. Abbiamo costruito una rampa provvisoria. Per primo ho messo una tavola sull’addome, un amico ha guidato la macchina ed ha funzionato. Potevo reggere il peso per un certo periodo. Un amico ha pensato che avremmo dovuto aggiungere un di più. Così è nata l’idea di cantare. E l'ideale trampolino di lancio era per questo la trasmissione televisiva "Scommettiamo che?". Ma ciò non si deve fare troppo spesso.

fitness.com: Tutto questo era una gag pubblicitaria programmata?

Danijel Peric: Sapevo che l’idea era cool. Ma non contavo sulla risonanza.

fitness.com: Come ha cambiato la sua vita la comparsa in televisione?

Danijel Peric: Incredibile. La risonanza dopo lo show televisivo “Scommettiamo che…?” mi è servita come trampolino di lancio, per ottenere una certa popolarità, di essere invitato in altre trasmissioni televisive, di ricevere richieste di imprese di produzione e menager. In ultima analisi ringrazio la mia comparsa nello show televisivo, se ora sono sotto contratto nella ditta di management „Pool Position“.

fitness.com: Quali sono i piani per il futuro? Ci sono piani concreti?

Danijel Peric: Sì, ci sono più richieste di riviste di fitness e case automobilistiche per azioni promozionali, inoltre ditte di produzione sono interessate ad una collaborazione.

fitness.com: Ritorniamo al „O sole mio“. Da dove viene questa passione per la lirica?

Danijel Peric: Adoro la musica classica. Ho riceuto una formazione di canto classico alla scuola di recitazione. Al primo posto c’è per me Luciano Pavarotti. Delle opere mi piace il canto, la melodia, la poesia e le storie, che esse raccontano. E l’idea con „O sole mio“ è venuta d’intuito. Sapevo che se dovevo cantare durante l'azione, allora soltanto quella canzone. Così è.

fitness.com: Tante grazie e molto divertimento con l'allenamento!

Come 15 automobili passano sull’addome a corazza di tartaruga di Danijel Peric – questo incredibile video potete vederlo a pagina 2


Seite [   1   2   ]
Stampa Print Page | Invia ad un amico  artikel versenden | SottoscriviRSS FeedXML Feed

Quick Links


Survey

What is your preferred workout drink?

  • Water
  • Protein
  • Power drink (ie. PowerAid, Gatorade, etc)
  • Fruit Juice
  • Pop
  • Other

Vote