Fitness.com
Annuncio pubblicitario


Le quattro regole per una lunga vita

studio di lungo periodo

28.02.09 - Silja Behre



Stampa Print Page | Invia ad un amico  artikel versenden | SottoscriviRSS FeedXML Feed
Le quattro regole per una lunga vita

Il riconoscimento non è necessariamente rivoluzionario, i medici e le organizzazioni sanitarie da molto tempo mettono in guardia dalle conseguenze negative del fumo. Però i ricercatori di Cambridge sembra che abbiano trovato laformula per una lunga vita. Chi nella vita quotidiana si attiene alle regole di base definite dagli scienziati „ guadagna quattordici anni di vita rispetto a chi a queste regole contravviene conseguentemente. E quali sono le regole d’oro per una lunga vita?

Così difficile sembra proprio non essere: Si dovrebbe pertanto rinunciare alle sigarette, come ad un bicchiere di alcool di troppo. Invece di una tavoletta di cioccolato e macchina, la parola d’ordine dovrebbe essere “Movimento e Verdure”. Complessivamente gli scienziati di Cambridge hanno seguito la vita e abitudini alimentari di 20.244 uomini e donne fra i 45 e i 79 anni per undici anni. Pertanto gli scienziati intendevano come ottimale stile di vita per primo la completa rinuncia alle sigarette. Anche chi settimanalmente meno di quattordici bicchieri di vino piccoli o sette bottiglie di birra da mezzo litro, riceveva dai ricercatori dei punti. Accanto a una dieta ricca di vitamine per gli scienziati c’erano cinque porzioni giornaliere di frutta e verdure, che nel sangue rappresentavano un contenuto di vitamina C di oltre 50 mmol/1. E come „movimento“ non pensavano in nessun modo l’andare alla fermata dell’autobus, ma almeno – se non si è attivi in un lavoro a movimento intensivo – una mezz’ora giornalmente di nuoto, bicicletta e corsa. Tutte le persone del test ricevevano per ogni “regola di vita” rispettata un punto e in questo caso i ricercatori giunsero ad una interessante conclusione.

Anche se si rispettano tre delle quattro regole, per esempio come fumatore una alimentazione equilibrata, sport e rinuncia all'alcol, il fattore di probabilità di morte aumenta già di quasi 1,39. Il fattore quasi raddoppia, se si ignora costantemente due delle quattro regole. La probabilità di morte aumenta di due volte e mezzo, se viene osservata solo una delle indicazioni. Chi non può rinunciare né alle sigarette né alla birra del dopo lavoro, chi spera sul contenuto vitaminico di una pizza alle verdure e al massimo di tanto in tanto corre dietro l’autobus, la sua possibilità di morte sale di quattro volte rispetto ad una persona che segue tutte le regole.

Durante la fase di ricerca sono morti 840 persone del test di tumore, quasi 670 di infarto o ictus. Inoltre – questo hanno osservato gli scienziati – il tasso di mortalità è salito chiaramente per coloro che poco o per nulla hanno osservato le regole. Allarmanti sono le cifre fornite dagli studi sul tema „nicotina“. I fumatori fra le persone del test avevano alcuni una possibilità di morte più alta dell'80 per cento rispetto ai non fumatori. E nemmeno con una mela al giorno si risolve il problema: Nelle persone osservate, il cui livello di vitamina nel sangue si trovava al di sotto del valore limite, il tasso di mortalità è aumentato del doppio.

I numeri parlano da sé, e per quanto riguarda l’appassionato fumatore Helmut Schmidt: Ha fumato per così lungo tempo, per cui non si dovrebbe più modificare il suo metabolismo. Helmut Schmidt deve continuare a fumare – per così dire per motivi di salute


Stampa Print Page | Invia ad un amico  artikel versenden | SottoscriviRSS FeedXML Feed

Quick Links


Survey

What is your preferred workout drink?

  • Water
  • Protein
  • Power drink (ie. PowerAid, Gatorade, etc)
  • Fruit Juice
  • Pop
  • Other

Vote